fbpx
Home > Diario > Salerno > Visitare Salerno in 2 giorni

Visitare Salerno in 2 giorni

 

In molti decidono di fare un weekend lungo ogni anno a Salerno. La famosa città offre numerose attrazioni in cui è possibile scoprire le sue origini e la sua storia.

I simboli più conosciuti di Salerno sono certamente il Duomo e il Castello Arechi, ma c’è molto altro da scoprire.

Dunque, abbiamo deciso di stilare una piccola lista di luoghi che potrete visitare in due giorni quando vi trovate nei paraggi.

Cosa visitare a Salerno in due giorni? Ecco la nostra mini guida

  • Il Castello Arechi: quando nominiamo Salerno, questo è sicuramente uno dei primi luoghi in cui recarsi per scoprire la città. In pieno stile medievale, il Castello Arechi si adagia sulle acque del golfo di Salerno. Potrete vedere il punto di congiunzione tra l’Agropoli e la famosissima Costiera Amalfitana. È il must delle vacanze a Salerno, uno dei castelli di stampo medievale meglio tenuti in Italia. Perfetto per una visita culturale, ma anche per una gita romantica fuori porta;
  • L’Acquedotto medievale: visitare Salerno in due giorni è praticamente impossibile, perché la città offre numerosi edifici di interesse storico nazionale. È il caso dell’Acquedotto Medievale, noto anche con il termine di Ponte del Diavolo. La leggenda vuole che sia stato costruito in una notte: pare che dei demoni avessero aiutato il mago Pietro Barliario. L’edificio si fa risalire al XII secolo. Tra il tramonto e l’alba, visitare questo luogo suggestivo potrebbe un po’ impressionarvi: dopotutto, c’è chi dice che ci si possa imbattere in entità oscure…

Tra castelli, arte e cripte dalle storie affascinanti: la leggenda del ceppo

  • Il Duomo di Salerno: camminando per le vie del centro storico, a partire dal Ponte del Diavolo, potrete ammirare palazzi e monumenti tipici storici, per fare culminare la vostra visita al Duomo. Qui si trova la Cattedrale di Salerno, in piazza Alfano I. Dopo il Castello Arechi, è questo il simbolo della città. Edificata nel XI secolo, il suo stile è prettamente romanico, ma nel corso dei secoli ci sono stati molti rimaneggiamenti e aggiunte che la rendono unica nel suo genere. Una curiosità molto interessante vuole che all’interno della cripta della Cattedrale ci sia un ceppo, su cui furono decapitati i martiri Caio Ante e Fortunato. Pare che ci ponga l’orecchio sul ceppo, senta ancora il sangue dei martiri scorrere. Una storia da brividi;
  • Giardini della Minerva e la Scuola Medica Salernitana: questi luoghi sono conosciuti e apprezzati in tutto il mondo. La Scuola Medica Salernitana è stata la prima Università di Medicina in Italia e nel mondo. Il vicino Giardino della Minerva è oggi un famosissimo orto botanico che racchiude numerose specie di piante, oltre a essere il primo Orto Botanico a sfondo Medico di tutta l’Europa. Infatti, era proprio qui che i futuri dottori si dirigevano per scoprire le proprietà delle piante e utilizzarle per curare i pazienti.

In ultimo, vi consigliamo di trascorrere qualche ora all’insegna del romanticismo nel lungomare di Salerno. Le onde del mare vi culleranno, il tramonto è da togliere il fiato e le numerose trattorie offrono dei piatti a base di pesce davvero spettacolari!

Altri articoli interessanti