fbpx
Home > Diario > Napoli > Spaccanapoli, Palazzo del Plebiscito e Palazzo Reale

Spaccanapoli, Palazzo del Plebiscito e Palazzo Reale

 

A Napoli ci sono molti luoghi-simbolo, che raccontano alla perfezione la storia e la vita di questa città.

In questo articolo, tratteremo maggiormente tre posti, ovvero Spaccanapoli, Piazza del Plebiscito e il Palazzo Reale. Di ognuno vi raccontiamo un po’ di storia e cosa potrete visitare quando sarete lì.

I luoghi di Napoli: alla scoperte del cuore della città

Pronti al vostro viaggio nella terra napoletana?

  • Spaccanapoli: quando chiedete a un napoletano dove è possibile riscoprire la vera anima e il cuore della città, lui vi risponderà che Spaccanapoli è la rappresentazione perfetta dello stile di vita e dell’architettura napoletana. Questa strada separa i Quartieri Spagnoli dal Quartiere di Forcella. Se leggete le varie guide turistiche o i consigli di viaggi, Spaccanapoli rientra sempre tra le mete da vedere e riscoprire. Qui, oltre alle chiese e ai monumenti, troverete un vero e proprio tesoro inestimabile. Artisti, artigiani, botteghe di artigianato o souvenir… anche B&B che mostrano ai propri turisti come vivono i napoletani. Non è una cartolina, non è un luogo idilliaco, non è un posto in cui rilassarsi. È il posto per eccellenza di Napoli. È Napoli. Da visitare assolutamente qui vi segnaliamo la Piazzetta Nilo, conosciuta per essere la patria degli Alessandrini. I napoletani si riferiscono alla piazza con il nome di Corpo di Napoli, dove potrete ammirare la statua del Dio Nilo, che vanta più di 2000 anni di storia. Inoltre, se siete appassionati di calcio, qui si trova l’Altarino de El Pibe de Oro, ovvero Maradona. Tra i palazzi, invece, si segnala il Sacro Monte di Pietà. Alla fine del vostro giro nel quartiere, potrete raggiungere via San Gregorio Armeno, la via delle botteghe di artigianato dei presepi;

Piazza del Plebiscito e Palazzo Reale: ecco come raccontare Napoli ai turisti

  • Piazza del Plebiscito: rappresenta il centro storico di Napoli e si trova alla fine di via Toledo. Questa piazza vanta oltre 25mila metri quadrati di superficie ed è tra le più grandi presenti in Italia. Ai suoi lati, viene delimitata da numerosi edific, tra cui la Prefettura, il Palazzo Salerno, il Palazzo Reale e la Chiesa di San Francesco di Paola. Ognuno di questi edifici merita una visita approfondita. Oltre ai palazzi, è possibile ammirare due statue equestri, la prima di Carlo III di Borbone e la seconda è di suo figlio Ferdinando I. Nelle vicinanze di Piazza del Plebiscito, si trova il Tunnel Borbonico, uno dei punti più interessanti della Napoli Sotterranea;

Palazzo Reale: per darvi un’idea di quanto sia famoso e conosciuto in tutto il mondo, nel 2015, i turisti a visitarlo sono stati circa 160mila. Ubicato in Piazza del Plebiscito, potete visitarlo tutti i giorni della settimana, tranne il mercoledì, il giorno di chiusura. Facente parte delle quattro residenze dei Borboni, il Palazzo Reale venne edificato durante il ‘600 da Domenico Fontana. Fu Carlo di Borbone ad abitarci. In seguito a un incendio avvenuto nell’800, venne totalmente distrutto. Gaetano Genovese, un abilissimo architetto, riuscì a ricostruirlo e aggiunse il giardino pensile, il cortile del belvedere e lo scalone monumentale.

Altri articoli interessanti