fbpx
Home > Diario > Salerno > Ravello: cosa vedere ed eventi importanti

Ravello: cosa vedere ed eventi importanti

Ravello: Villa Cimbrone
 

La Costiera Amalfitana offre dei paesaggi suggestivi e affascinanti. Sono in molti i turisti che si dirigono in questo luogo per vivere una vacanza all’insegna del divertimento e dell’arte. La Campania ha molto da raccontare ai suoi visitatori: basti pensare che ogni località offre degli eventi particolari o un’architettura unica nel suo genere.

Ravello: tra arte, musica e cultura

Il panorama della zona di Amalfi è da esplorare nella sua interezza. Quando ci si dirige in una città del genere, non possiamo ignorare i suoi dintorni, che offrono degli spettacoli unici di anfratti e cultura.

Questa è la terra dei profumi, degli agrumi: è la terra della gente che balla per strada e che lascia il caffè in sospeso. Vi porteremo a Ravello, un paese talmente caratteristico e particolare che vi farà innamorare delle sue insenature (e, purtroppo, delle sue curve).

Ravello si insidia a ridosso sul mare, dove i turisti possono affacciarsi e godere del panorama più tipico della Costiera Amalfitana. Lasciate la macchina al parcheggio: Ravello è da esplorare, da vivere a piedi, perché è piena di segreti e di viuzze.

Attraverso la rampa di scale potrete accedere al Duomo; qui esplorerete i dintorni, dove la natura incontra l’architettura e l’arte del passato.

La città della poesia e del romanticismo: è un’ottima meta per un weekend di coppia

Conosciuta per essere la città della musica e della poesia, Ravello è un luogo romantico; sono in molti gli uomini che si sono innamorati di lei. Ne possiamo citare due di importanza mondiale: Boccaccio e Turner. Ma Ravello offre molto di più ai suoi turisti, tra cui la Villa Rufolo e la Villa Cimbrone. Non lasciate il paese senza prima averle visitate! Qui la natura si fonde con il significato più intimo di Ravello: l’arte.

A Villa Rufolo, pensate, si svolge annualmente un evento molto importante, di risonanza mondiale: il festival della musica dedicato a Wagner. La Villa si fa risalire al XIII secolo. Wagner ci soggiornò per diverso tempo, arrivando a comporre il Parsifal: i giardini maestosi, che si riversano sul mare, furono motivo di ispirazione.

Nel corso dei secoli, Ravello conquistò anche il cuore dell’inglese Beckett, che decise di acquistare Villa Cimbrone. La fece ristrutturare in pieno stile Rufolo nel corso del 1904. Qui potrete passeggiare negli splendidi giardini e fare un salto alla Grotta di Venere, dove tutt’oggi si trovano le ceneri di Beckett.

Soggiornare in questo luogo di pace e di tranquillità vi darà l’impressione di una Campania da cartolina. Il paese è curato e rifinito in ogni minimo dettaglio: dai giardini fino alle costruzioni, che sono il fiore all’occhiello di Ravello.

Potete soggiornare nel paese e fare colazione ammirando lo splendido mare. Attualmente, a breve, ci sarà un evento molto particolare a Ravello.

Venerdì 29 Giugno, infatti, si svolgerà il “Birra Ravello Cup”, un torneo che si è dato un obiettivo molto ambizioso: dire di no al razzismo. Questo per darvi un’idea del buon cuore e dall’anima candida e tollerante dei cittadini del paese. Un luogo da non lasciarsi sfuggire.

Altri articoli interessanti