fbpx
Home > Comunicati Stampa > Natale a Napoli: il presepe eroico del Mann

Natale a Napoli: il presepe eroico del Mann

presepe del Mann
 

Il Toro Farnese protagonista della natività

Dal 5 dicembre non perdere l’incredibile occasione di osservare da vicino una rappresentazione unica. Dalle ore 12:00 sarà esposto nell’atrio del Museo Archeologico Nazionale di Napoli un presepe interamente realizzato per evocare le opere esposte nel Museo. Le statuine sono state commissionate dal Mann e realizzate da artisti e maestri artigiani.

Il presepe del Mann

“Il nostro presepe – ha dichiarato il direttore del Museo Paolo Giulierini – sarà speciale, con gruppi di personaggi che ricordano la gestualità delle nostre statue o scene che compaiono in noti quadri di scavi pompeiani. Chi ha realizzato tutto questo è un gruppo di grandi artisti napoletani e solo al Mann poteva sublimarsi un incontro tra l’arte dell’Associazione Presepistica Napoletana e quella antica”. A colpire l’attenzione del visitatore è la scena che riproduce il mito di Anfione e Zeto. I pastori trattengono per le corna un toro furioso rappresentato nel complesso scultoreo del Toro Farnese, capolavoro della Collezione Farnese. L’opera, fiore all’occhiello del Museo, rapisce per la sua intensità che non si perde nemmeno in questa riproduzione “in miniatura”. Tre donne in abito bianco sembrano ispirate, invece, al “Canto delle Lavandaie del Vomero” inserite nel classico contesto presepiale tra case, botteghe e grotte. Un’altra riproduzione è quella delle splendide statue in bronzo delle Danzatrici, della Villa dei Papiri a Ercolano. Diversi sono gli affreschi ripresi, come lo scavo della villa di Agrippa Postumo di Boscotrecase e la famosa Venere Callipigia. Fantastiche ed estremamente evocative Le fattucchiere di Dioscuride di Samo.

Il presepe del Mann come simbolo di pacificazione

A mostrare in anteprima il presepe del Mann è stato proprio il direttore dal suo profilo Facebook. Mostrando alcune foto dell’opera in realizzazione ha scritto: “Per il prossimo Natale un bellissimo presepe decorerà il nostro atrio. Sarà però un presepe speciale con gruppi di personaggi che ricordano la gestualità delle nostre statue, scene che compaiono in noti quadri di scavi pompeiani, curiosi angoli di vendita di riproduzioni di oggetti antichi. Tutti i protagonisti sono inseriti in ambienti di architettura classica che spesso ammiccano a quella rappresentata negli affreschi. Il messaggio assolutamente originale nella forma e nella sostanza è un desiderio di pace e serenità per tutti.”

Il Natale a Napoli cosa vedere

Visitare Napoli nel periodo di Natale è assolutamente magico. A partire dalle affascinanti stradine di San Gregorio Armeno con i loro famosi presepi e le statuine pregiate realizzate a mano dai più grandi mastri presepai. Quest’anno proprio lì ad attenderti ci sarà anche il presepalbero (l’albero presepe). Al civico 14, infatti, ti accoglie la grande novità di questa edizione: un’opera composta da un tradizionale albero di Natale che contiene le tradizionali scene del presepe napoletano. Non solo, il Natale a Napoli è anche Mercatini. Dall’1 all’8 dicembre potrai ammirare il tradizionale mercatino di Natale in via Giambattista Vela, nel complesso sportivo centro Ester. Qui troverai tantissimi gazebo e i banchi natalizi più classici. Visitalo di pomeriggio dalle 15:00 alle 22:00.

Il Natale a Napoli cosa mangiare

Ma soprattutto, tra una sfogliatella e l’altra non perderti gli struffoli. Il dolce di Natale tipico della tradizione napoletana è costituito da palline di impasto grandi 5-10 mm di diametro, fritte nell’olio e ricoperte di miele caldo. Gli struffoli vengono serviti uno attaccato all’altro in un piatto da portata, dando loro la forma di una ciambella. Si decorano con pezzetti di cedro, frutta candita e confettini colorati chiamati a Napoli ‘e diavolilli. Il loro profumo si sprigiona ad ogni angolo della città, perché, in nessuna casa napoletana è possibile far mancare questa prelibatezza!

Vuoi prenotare il tuo soggiorno? Un servizio guida o un tour? Scrivici, a te ci pensiamo noi!

Altri articoli interessanti