fbpx
Home > Diario > Salerno > Paestum e i suoi templi

Paestum e i suoi templi

particolare-tempio-paestum-tc
 

Visitare l’imponente città del Paestum è un percorso artistico alla ricerca della cultura e delle origini greche. Il primo nome del Paestum fu Poseidonia: furono i greci a costruirla. Sbarcati in Calabria nel 600 a.C., i Greci cercavano un posto da colonizzare e in cui insidiarsi.

Il primo tempio che costruirono fu per Poseidone, nella loro Agropoli.

Dopodiché, si spostarono nelle vicinanze dove ora sorge il Paestum e cominciarono a edificare i luoghi di culto, dedicati alle loro divinità.

Poseidonia: la città fondata dai Greci

Qui potrete ammirare i templi, di cui tutt’oggi ci rimangono importanti testimonianze. Alcuni hanno un culto preciso, altri sono ancora indubbi: ciò che non è indubbia è la loro bellezza.

  • Il Tempio di Hera: è il tempio più antico del Paestum. La sua data di origine dovrebbe essere il 560 a.C. Fa parte della prima generazione dei templi in pietra. Purtroppo, nel corso del tempo, molti templi si sono deteriorati: non è questo il caso di Hera, che si conserva in modo perfetto tutt’oggi. Questo tempio ha qualcosa di particolare: per esempio, rispetto agli altri, più classici, non ha i frontoni e l’impianto non è considerato canonico. Alcuni si riferiscono a lui con il termine “basilica”. Sono in molte le iscrizioni che lo vorrebbero come Tempio di Hera: quest’ultima era la moglie di Zeus e proteggeva gli Achei durante la famosa guerra;

I Templi si mantengono tutt’oggi in ottimo stato

  • Il Tempio di Atena: tutti conoscono Atena, comunemente nota come la dea della guerra. Per quanto riguarda questo tempio, è l’unico in cui il culto della dea è comprovato. È situato nell’alta città e domina il paesaggio con la sua imponente struttura. Dovrebbe risalire intorno al 500 a.C.;
  • Il Tempio di Nettuno: ogni tempio ha la sua particolarità. In questo caso, ci ritroviamo a uno dei templi più grandi, che ha visto la sua nascita durante il V secolo a.C. Descrive in modo perfetto l’architettura greca. Possiamo dirvi che a Olimpia venne edificato il tempio di Zeus nello stesso secolo; tuttavia, il tempio di Nettuno si mantiene in uno stato migliore. La sua costruzione di massi interposti tra loro gli ha concesso di restare totalmente intatto, nonostante gli eventi sismici nel corso dei secoli. Non sappiamo per certo se questo tempio sia o meno dedicato al culto di Nettuno. C’è da dire che gli archeologi hanno ritrovato una statua di Zeus nelle vicinanze.

Vi lasciamo gli orari per visitare il Paestum e i suoi templi.

  • L’orario del museo va dalle 8:30 fino alle 19:30. Il primo e il terzo lunedì del mese l’orario cambia e diventa dalle 8:30 fino alle 13:40;
  • Per visitare l’area archeologica, ovvero i Templi, dovrete andre dalle 8:30 fino alle 19:30. L’orario non subisce nessuna variazione, è lo stesso dal lunedì fino alla domenica.

Gli unici giorni in cui è impossibile visitare il Paestum e i Templi sono il 25 dicembre e il 1 gennaio. Inoltre, sul sito dedicato al Paestum potrai prenotare una guida turistica per farti guidare alla scoperta della città.

Altri articoli interessanti