fbpx
Home > Diario > Caserta > Il Belvedere di San Leucio

Il Belvedere di San Leucio

belvedere san leucio - comune di caserta
 

A Caserta, ogni anno, si riversano migliaia di turisti per visitare la famosa Reggia Borbonica. Qui è possibile apprezzare molti edifici circostanti, tra cui il Belvedere di San Leucio, di cui parleremo in modo approfondito oggi.

Il Belvedere di San Leucio mette in correlazione tra gli edifici più importanti al mondo, come Buckingham Palace, il Quirinale, Palazzo Chigi e la Casa Bianca. “Come?”, vi starete chiedendo. Be’, la seta del Belvedere di San Leucio è tra le più famose e apprezzate al mondo. Qui è possibile acquistare nelle botteghe di artigianato la famosa seta.

Il Belvedere di San Leucio: le famose vie della seta italiane

Dove si trova il Belvedere di San Leucio? La sua collocazione è a nord-est della Reggia Borbonica. L’obiettivo principale della sua edificazione era di avere un luogo di svago e di “reali delizie”, in cui potere apprezzare la natura e andare a caccia di cinghiali. Infatti, qui, Carlo di Borbone, si serviva del bosco circostante per la sua famosa caccia al cinghiale.

Fu Ferdinando IV a desiderare che qui si costruisse la più importante fabbrica di seta al mondo per l’epoca. Infatti, si edificò una vera e propria industria di tessitori: qui spenderemo qualche parolina in più, soprattutto perché Ferdinando IV garantì lavoro, istruzione e assistenza sanitaria alle persone che non avevano più nulla. Un atto davvero rivoluzionario per l’epoca, perché si cercava di venire incontro alle persone più sfortunate, garantendo loro una vita migliore e un lavoro sicuro.

Il progetto ambizioso di Ferdinandopoli: l’industria della seta e gli alloggi dei lavoratori

La fabbrica di seta era una sorta di esperimento sociale, in cui orfani, vedove e invalidi poterono trovare la sicurezza e una casa. Allora, la seta del Belvedere di San Leucio divenne una certezza per le casse borboniche, ma fu anche e soprattutto un modo per evitare che molte persone perdessero la vita per le strade.

Al giorno d’oggi, è possibile visitare il Museo della Seta, dove potrete riscoprire gli antichi telai, che sono stati restaurati e addirittura sono funzionanti. Inoltre, sono presenti la filanda e la cuculliera per il deposito. Potrete anche ammirare i Quartieri di San Ferdinando e di San Carlo: qui sono presenti gli alloggi dei lavoratori e la famosa Casa del Tessitore.

L’obiettivo ambizioso di Ferdinando IV era di costruire una sorta di Ferdinandopoli. Dal Belvedere di San Leucio, di cui era il centro, dovevano partire centinaia di strade, e ognuna doveva essere adibita a via della seta. Grazie a questo lavoro, Ferdinando IV sognava di creare la propria città, una importante industria a livello mondiale.

Un luogo in cui si svolgono molteplici eventi culturali e artistici

La visita al Belvedere di San Leucio è d’obbligo per coloro che vogliono scoprire la Reggia Borbonica nel cuore del suo operato. Oggi, il Belvedere è sede di numerosi eventi culturali e artistici. Qui si tengono concorsi di poesia, di pittura e lezioni di arte molto importanti.

Inoltre, Telethon organizza spesso le sue cene di beneficenza proprio qui, sfruttando lo splendore del Belvedere.

Altri articoli interessanti