fbpx
Home > Diario > Benevento > I vini del Beneventano

I vini del Beneventano

Cantina di Solopaca - Vino beneventano
 

La Campania, oltre a essere la patria del cibo buono, è considerata ottima per la carta dei vini offerti dai vari capoluoghi di regione. Oggi vi parleremo dei vini del Beneventano, che sono veramente speciali e meritano un approfondimento.

Possiamo citare per primi l’Aglianico e la Falanghina: sono in molti i vitigni autoctoni presenti nel Beneventano. La preparazione dei vini tipici è stata tramandata per secoli dai padri di famiglia.

I vini che potrete gustare a Benevento e dintorni

Questi vini sono la perfetta espressione del territorio di Benevento, che offre delle delizie davvero interessanti. Essendo locata nell’entroterra appenninico campano, Benevento è storicamente e culturalmente affascinante, oltre ad essere perfetta per la coltivazione dei vitigni. Considerata la patria di Sanniti, qui avrete modo di gustare vini rossi, bianchi e rosati di ottima qualità.

Grazie al clima mediterraneo e al territorio collinare, le coltivazioni di uva crescono forti, ed è proprio per questo motivo che si ottengono dei vini dal sapore deciso.

Ecco una lista approssimativa dei vini Beneventani

Qui di seguito vi forniremo una lista in cui vi presenteremo le caratteristiche più importanti del vino, ovvero il suo colore, il suo odore e il suo sapore:

  • Guardiolo Aglianico: è vino DOC. Il colore è il rosso rubino, la sua intensità dipende della maturazione. Al primo assaggio, sentirete un vino corposo, molto asciutto, che si adatta al palato. Per quanto riguarda l’odore, è particolarmente gradevole;
  • Sannio Aglianico: ci troviamo di fronte a un altro vino DOC. Qui il colore è intenso grazie alla fermentazione. Dovrebbe tendere al rubino. L’odore è caratteristico del rosso, ricorda un fruttato. Il sapore, invece, varia a seconda della maturazione: potrebbe essere morbido o corposo;
  • Falanghina: altro vino DOC. Ci sono due diversi tipi di denominazioni: passito o spumante. Il colore è tendenzialmente paglierino, l’intensità, come sempre, si deve alla maturazione. L’odore è molto fruttato. Il sapore del vino potrebbe essere secco o lievemente acidulo. La freschezza è una caratteristica tipica;
  • Sannio Barbera: vino DOC del colore rosso rubino, l’odore è tipicamente floreale. Il suo sapore si divide in due parti, a seconda dell’uva: secco o dolce;

Una vasta scelta di rossi, rosati e bianchi: cosa preferite assaggiare?

  • Sant’Agata dei Goti Aglianico: vino DOC il cui colore può essere rosso o tendente al granato. L’odore può essere definito come armonico e persistente. Ottimo anche il sapore, molto equilibrato, quasi tannico;
  • Solopaca Aglianico: vino DOC, davvero interessante. Il colore è il rubino, mentre l’odore è particolarmente vinoso e gradevole. Per il suo sapore, possiamo dire che varia da asciutto a morbido, leggermente vellutato.
  • Taburno Bianco: il vino DOC per eccellenza. Il colore è paglierino, la cui intensità cresce con la fermentazione. Ha un odore particolarmente delicato e il suo sapore è fresco e asciutto.

Ognuno di questi vini presenta diverse sfumature. Per esempio, esiste anche il Sannio Fiano, il Sannio Greco, il Sannio Moscato, il Sannio Piedirosso e il Sannio Rosato. Elencare tutte le eccellenze dei vini del Beneventano è impossibile, perché sono molteplici: noi vi consigliamo di iniziare dalla nostra lista.

Altri articoli interessanti