fbpx
Home > Esplorare > Diario > Salerno > Cosa visitare a Salerno

Cosa visitare a Salerno

vista da grand hotel salerno

Siete di passaggio a Salerno?

Questa zona è conosciuta come il punto di passaggio per raggiungere Amalfi, ovvero la meta certamente più famosa della bellissima costiera amalfitana. Tuttavia, vi consigliamo di non limitarvi a sorpassare Salerno, ma di fermarvi un giorno o due per conoscere le bellezze che offre.

I luoghi di interesse culturale e artistico a Salerno

La storia di Salerno comincia migliaia di anni fa. Questa splendida città racchiude moltissimi luoghi di interesse culturale e artistico. Il suo patrimonio vanta castelli, spiagge e posti segreti che solo i salernitani conoscono.

Essendo così poco visitata, non in molti sanno cosa Salerno ha da offrire, ma noi di Turismo Campano vogliamo consigliarvi dei luoghi da non perdere assolutamente se siete di passaggio a Salerno.

La città è stata popolata da etruschi, normanni, longobardi e romani. I Longobardi, addirittura, la resero la loro capitale. Dovete sapere inoltre che proprio qui nacque la prima scuola medica del mondo. Nel giardino botanico sono presenti sia piante sia erbe: questo è il primo luogo che non dovreste assolutamente perdere.

La guida per visitare Salerno: ecco cosa vedere

Inoltre, sia Pompei ed Ercolano sia i Templi di Paestum distano pochissimo dalla città. Come scoprirete grazie alla nostra guida, Salerno non segna solo il punto di confine con la costiera amalfitana.

  1. Il Giardino di Minerva: collocato nel centro storico di Salerno, avrete l’occasione unica di visitare il più antico orto botanico al mondo. Durante l’XI secolo, era il punto di riferimento per gli studenti della scuola medica salernitana. Il luogo è immerso nel verde e siamo sicuri che vi innamorerete. Il giardino di Minerva è il posto per eccellenza dove fare una lunga camminata romantica. Inoltre, nel suo punto più alto offre una vista panoramica sulla città e sulla costiera salernitana;
  2. Spiaggia di Santa Teresa: siamo al mare, dopotutto. Come non citare la splendida spiaggia di Santa Teresa? Grazie alla recente ristrutturazione, è presente un solarium in cui rilassarsi. Si colloca nel centro storico di Salerno;

La Cattedrale è uno dei punti nevralgici della città

  1. Cattedrale di Salerno: prima del bagno, o dopo, vi consigliamo di cominciare a conoscere meglio centro storico. Qui potrete assistere alla magnificenza della cattedrale di Santa Maria Degli Angeli. L’Italia è sempre stata dominata da diversi popoli. La cattedrale di Salerno è la conseguenza artistica del passaggio degli arabi, dei normanni… in pieno stile romanico, la facciata è la massima espressione dell’arte barocca;
  2. Il Complesso Archeologico di San Pietro a Corte: il centro storico di Salerno non offre soltanto la cattedrale e la spiaggia di Santa Teresa, bensì anche palazzi di epoca longobarda, un cimitero paleocristiano, le terme romane… come non innamorarsene? Camminando per la vita al centro, vi renderete conto che il patrimonio culturale e artistico della città è veramente immenso;
  3. Pompei ed Ercolano: Pompei è probabilmente uno dei punti di interesse più amato dai turisti di tutto il mondo. La città venne distrutta a seguito dell’eruzione del Vesuvio. Anche la vicina Ercolano subì la stessa tragica sorte. Entrambe distano a circa 30 km dal centro della città e meritano certamente una visita approfondita.

Altri articoli interessanti

Lascia un commento