fbpx
Home > Esplorare > Diario > Benevento > Cosa vedere a Benevento

Cosa vedere a Benevento

benevento - beniculturalionline.it

Benevento è una città che tutti i viaggiatori dovrebbero visitare almeno una volta nella vita. Come ogni città dalla storia secolare, qui si possono trovare miti, leggende e segreti. La storia di Benevento inizia moltissimo tempo addietro; ha visto il passaggio di popoli come i Longobardi e i Sanniti.

La bellezza di Benevento è legata ai misteri della città

Quest’ultimi resero addirittura Benevento la loro capitale. Invece, i Romani la definirono Maleventum, perché furono sconfitti dai Sanniti, nella famosissima battaglia delle Forche Caudine. Solo in seguito Benevento fu nuovamente conosciuta con il suo termine latino Beneventum, ovvero quando i Romani riuscirono finalmente a battere i Sanniti.

Una piccola curiosità legata a Benevento è che Forche Caudine indica ancora oggi qualcuno che ha subito una sconfitta senza pari.

Una tra le leggende più famose che circolano a Benevento sarebbe legata alla presenza delle streghe. Pare che quest’ultime si incontrassero nei pressi del fiume Sabato, proprio accanto a un albero di noce. Il famoso liquore “Strega” deve il suo nome proprio alla leggenda che ruota attorno alle streghe; tutt’oggi, si crede che “veglino” sulla città.

I monumenti romani presenti in città sono in ottimo stato

I Romani lasciarono ovviamente un segno del loro passaggio a Benevento; è possibile visitare moltissimi monumenti dell’epoca, tra cui il Teatro Greco e l’Arco di Traiano. Ed ecco che dunque vi offriamo una mini guida sui luoghi di interesse culturale e artistico da visitare assolutamente nella città, tenendo a mente che sono soltanto alcuni delle eccellenze presenti in città e che Benevento è ricca di arte e di storia.

  • Arco di Traiano: l’abbiamo nominato poco fa, ed è in effetti uno dei monumenti più imponenti e importanti presenti a Benevento. Alto 15,60 metri e largo 8,69, è possibile ammirare al centro una iscrizione che tesse le lodi del grande Imperatore Giulio Cesare. Inoltre, è perfettamente tenuto, nonostante la sua costruzione si faccia risalire al 114 d.C., come atto celebrativo per l’apertura della Via Traiana;
  • Teatro Romano: fu edificato nel II secolo. È stato Adriano a volere fortemente la sua costruzione; venne ampliato in seguito da Caracalla, celebre soprattutto per la costruzione delle Terme. Sede di numerosissimi concerti per l’ottima acustica, il Teatro è stato chiuso per molto tempo fino al 1957. Perché? Be’, la sua esistenza è una “recente” scoperta: era il 1890, e sul Teatro Romani, nel corso dei secoli, furono edificate numerose case. Dal 1957, è possibile ammirarlo;

La Chiesa di Santa Sofia: un luogo che racchiude le caratteristiche di varie epoche artistiche

  • Chiesa di Santa Sofia: lo avevamo specificato prima, dopotutto. L’Italia è stata sempre soggetta a numerose invasioni, dopo e durante l’Impero Romano. Non fa eccezione Benevento, che ha ospitato anche i Longobardi. Questa chiesa, infatti, venne ideata e costruita da loro. Viene considerata una tra le chiese più singolari d’Italia, proprio per la sua costruzione, non in linea con l’epoca tipicamente longobarda. In seguito, venne restaurata ben due volte, soprattutto dopo il terremoto del 1688. Venne aggiunta qualche caratteristica in fase di restauro dell’epoca barocca.

Altri articoli interessanti

(1) Comment

  1. Benevento e Dintorni – Turismo Campano

    […] abbiamo parlato precedentemente dei luoghi di maggiore interesse a Benevento. Tuttavia, è bene sapere che anche i dintorni del beneventano meritano una visita […]

Lascia un commento