fbpx
Home > Diario > Salerno > Cosa fare a Salerno

Cosa fare a Salerno

 

Salerno è una città magica. Nota principalmente per la costiera amalfitana, Salerno rientra di diritto tra le mete più prese di mira dai turisti di tutto il mondo, compresi gli italiani. Da quando la costiera amalfitana ha fatto ha parlare di sé, anche i dintorni salernitani hanno cominciato a essere conosciuti e a essere amati.

Salerno: città dei castelli e del mare

Per farvi un esempio, Luci d’Artista, che si svolge nel periodo natalizio, chiama ben un milione di turisti in città. Tuttavia, c’è da dire che Salerno non è solo il luogo di passaggio della costiera amalfitana né solamente la celebre manifestazione.

No, Salerno è molto più di questo. Con questo articolo, vogliamo fare un po’ di chiarezza, soprattutto sui luoghi di interesse artistico e culturale da visitare in città.

Oltre allo spettacolare lungomare, dove potrete fare delle lunghe passeggiate romantiche al chiaro di luna, potrete ammirare il duomo, il castello di Arechi, e molto altro.

Siete pronti a seguirci in questa piccola guida salernitana?

Ecco a voi i principali luoghi da visitare quando ci si trova nei dintorni di Salerno.

Ecco cosa visitare nella città

  1. Il Duomo di Salerno: è un posto ricco di storia e di arte, considerato da molti uno dei primi esempi di arte mediterranea. Al suo interno ospita il colonnato con colonne provenienti dal foro Romano, nella cripta invece potrete visitare le spoglie di San Matteo, il patrono della città. Il Duomo è stato rimaneggiato nel corso dei secoli; qui trova qualche esempio anche l’arte barocca, oltre allo stile arabo-normanno del Campanile;
  2. Il Centro Storico: situato vicino al lungomare, il centro storico di Salerno offre delle perle molto interessanti. A parte, ovviamente, la presenza dei negozi, dei locali alla moda, delle botteghe dove potrete acquistare souvenir, al suo interno nasconde molto altro. Come per esempio, la fontana dei Pesci a Sedile del Campo: pensate, questa fontana si tende ad attribuire al celebre Luigi Vanvitelli, che fu colui che costruì e realizzò la famosa Reggia di Caserta;
  3. La Scuola Medica Salernitana e il Giardino della Minerva: sì, qui c’è la costiera amalfitana, ma non possiamo non citare la scuola medica salernitana, Il primo esempio di università di medicina in Europa e nel mondo. Ovviamente, dovete assolutamente visitare anche il giardino della Minerva, in cui un tempo era l’orto botanico in cui i medici studiavano le proprietà delle piante;
  4. Lungomare Trieste: li conosciamo tutti, il Cilento e la Costiera Amalfitana. Sono luoghi senza tempo, dalle acque stupende, dai profumi di limoni e di salsedine. Il lungomare è il luogo perfetto in cui terminare la serata e la visita a Salerno, magari in compagnia di un gelato;
  5. Castello Arechi: non possiamo congedarci fino quando non vi abbiamo parlato del pezzo forte di Salerno, ovvero il Castello Arechi. Salerno è una città che per ben tre secoli è stata sotto il popolo longobardo. Infatti, Arechi II decise che doveva essere Salerno la capitale del loro Ducato e non più Benevento. La fortezza si affaccia sul mare ed è uno spettacolo.

Altri articoli interessanti