fbpx
Home > Esplorare > Diario > Salerno > Amalfi: cosa fare e cosa vedere

Amalfi: cosa fare e cosa vedere

amalfi pixabay

Che cosa possiamo dire di Amalfi? Il nome evoca in noi una sensazione di bellezza, dovuta probabilmente al suo mare, tanto azzurro da sembrare in comunione con il cielo. O, ancora, le famose case bianche, un’architettura tipica estiva, che ci racconta tradizioni e la storia di una tra le città più belle d’Italia.

Cosa visitare ad Amalfi?

Amalfi non è molto grande, conta poco più di 7000 abitanti. Tuttavia, ogni anno, viene presa d’assalto da migliaia di turisti, sia italiani sia stranieri, che si lasciano incantare dalle sue meraviglie. Nel 1997, è stata dichiarata patrimonio dell’umanità Unesco.  E come poteva essere altrimenti?

Amalfi ha il clima perfetto per godersi un’estate al massimo, tra divertimento e relax, grazie alla presenza di numerosi locali in cui fare aperitivo di fronte al mare.

Sapevate che Amalfi è il luogo in cui probabilmente sono stati inventati i cannelloni? Sì, la famosa pasta trova moltissime ricette con cui essere servita dai vari ristoranti. Oltre ai monumenti storici e al mare, potrete fare un percorso in cui degustare le eccellenze amalfitane.

Abbiamo selezionato per voi dei luoghi che devono essere necessariamente visitati quando ci si trova nei pressi di Amalfi.

L’importanza e la bellezza della sua costiera

  • Tour marittimo tra Amalfi e Capri: la costiera amalfitana è famosa in tutto il mondo. Quando ci si trova qui, è impossibile non lasciarsi conquistare dall’incantevole mare. Vi consigliamo di fare un tour marittimo in barca tra Amalfi e Capri. La costiera amalfitana vanta 50 km di costa. Inoltre, è molto vicina anche a Positano, un’altra meta immancabile, che merita di essere scoperta. Qui scoprirete le spiagge incontaminate e visiterete baie e grotte;
  • Chiostro del Paradiso: situato presso il duomo di Amalfi, il chiostro del paradiso è probabilmente uno degli edifici più famosi presenti in città. Costruito tra il 1266 e il 1268, come cimitero in cui avrebbero trovato riposo i cittadini illustri e benemeriti, la sua importanza storica è risaputa. Al suo interno, erano presenti sei cappelle affrescate, di cui oggi rimangono soltanto cinque. È possibile visitarli e leggere le varie iscrizioni a loro dedicati;

Vallone delle Ferriere: tra cascate, torrenti e riserve naturali

  • Vallone delle Ferriere: noi di Turismo Campano, abbiamo a cuore i vostri viaggi, anche se scegliere e consigliarvi solo determinate mete è molto difficile, perché sono presenti una varietà di luoghi talmente affascinanti che è impossibile non visitare. È questo il caso di Vallone delle Ferriere. Potrete raggiungere questo luogo a piedi dalla città: ci metterete circa un’ora. Grazie al torrente e alle cascate, il luogo è molto ventilato, quindi si consiglia di scoprirlo in piena estate per cercare refrigerio dalla città. All’interno presenta una Riserva Naturale Orientata;
  • Duomo di Amalfi: parlando della città, è impossibile non nominare il Duomo. Prevalentemente romanico e barocco, possiamo trovare anche caratteristiche rococò, oltre a elementi arabi e normanni. Essendo stato rimaneggiato più volte, è un complesso importantissimo che segna le varie correnti artistiche presenti in Italia. Qui possiamo trovare il chiostro del paradiso e la cripta di Sant’Andrea.

Altri articoli interessanti