fbpx
Home > Diario > Avellino > 5 luoghi da visitare assolutamente ad Avellino

5 luoghi da visitare assolutamente ad Avellino

 

Avellino è una città molto affascinante, ricca di storia e di punti di ritrovo artistici degni di nota. Come ogni città presente in Campania, offre moltissimi lati positivi in ogni settore: dalla cucina fino alle guide turistiche, vi troverete in una città che vi conquisterà.

La magnifica città di Avellino: pace, storia e tranquillità

Questo luogo è notoriamente tranquillo, pieno di caratteristiche peculiari e personali. Avellino è circondata dal verde: non è una città prettamente urbana. Proprio per questo motivo, potreste ritrovare a fare lunghe scarpinate in montagna.

La città è legata al suo passato, di cui mantiene vive molte tradizioni e non si è mai fatta conquistare dalla smania di costruzione dell’uomo. La sua aria è incontaminata, il suo fascino deriva proprio dall’estetica dei suoi palazzi e dalla calma con la quale potrete visitarla.

Oltre alle chiese e alle cattedrali, potrete farvi stupire dall’alta concentrazione di agriturismi: essendo immersa nella pace del verde, sono in molti a offrire ai propri clienti delle attrazioni prettamente a contatto con la natura.

Qui siamo circondati dai monti: Picentini, Tuoro, Massiccio di Montevergine… e come prima cosa da fare vi consigliamo di fare delle lunghe passeggiate nei dintorni di Avellino.

Cosa visitare ad Avellino: i luoghi più caratteristici

Uno dei luoghi più incantanti ed esclusivi sul suolo avellinese è proprio il Santuario di Montevergine, situato sul Massiccio. Quest’ultimo è meta di numerosi turisti ogni anno: la sua fama mondiale lo rende perfetto per i più religiosi, ma anche per chi studia l’arte ed è affascinato dai dipinti.

Per raggiungere il Santuario, potrete intraprendere due strade: da Ospedaletto d’Alpinolo o grazie alla funicolare, che parte da Mercogliano. Il primo tragitto prevede l’esplorazione di numerose stradine e sentieri boscosi davvero stupendi e panoramici.

Tuttavia, la bellezza avellinese non culmina con il Santuario: anche la Cattedrale del Duomo di Santa Maria Assunta e di San Modestino merita di essere visitata. San Modestino è inoltre il patrono della città, e i festeggiamenti si svolgono il 14 febbraio.

Le tradizioni di Avellino: culti religiosi ed eventi

Un evento molto bello e degno di nota è la processione dell’Assunta: la tradizione popolare mantiene viva questa tradizione, che si succede da moltissimo tempo.

Il simbolo di Avellino è la Torre dell’Orologio: nel corso degli anni, è stata messa a dura prova dai terremoti, nel 1668, nel 1742 e l’ultimo nel 1980, in cui la città ebbe numerosi problemi e danni irreparabili.

La Torre svetta nel cielo; la sua altezza è di 36 metri. Tra le altre cose, possiamo menzionare la Fontana di Bellerofonte, conosciuta con il termine di Fontana di Costantinopoli o Caracciolo.

Se siete in visita con i vostri piccoli, potreste pensare di dirigervi lungo il Corso Vittorio Emanuele: qui potrete trovare la Chiesa del Santo Rosario e la Villa Comunale. Quest’ultima offre in particolare delle attrazioni adatte ai più piccoli. Dopo una visita per la città, è bene ristorarsi in un posto immerso nel verde e nella tranquillità. I vostri figli potranno giocare nel parco giochi a loro dedicato.

Altri articoli interessanti