Articoli

Torrone di Benevento (Dolci)

0

torrone-beneventoChe cos’è il Torrone di Benevento?

Il termine “torrone” deriva dal latino “torreo”, verbo che significa “abbrustolire”, con riferimento alla tostatura delle nocciole e delle mandorle.

Alcuni sostengono che il torrone sia stato diffuso dagli Arabi, che portarono questo dolce lungo le coste del Mediterraneo in particolare in Spagna e in Italia. Di sicuro, ha origini profonde nel Beneventano, dove già al tempo dei Romani, si produceva la “copeta”, ossia il progenitore del torrone. La classica “copeta” è composta da miele, albume d’uovo, mandorle o nocciole, amalgamati tra loro e cotti a bagnomaria.

Il torrone veniva utilizzato come regalo per le alte cariche ecclesiastiche e per i nobili ed in seguito al regno dei Borboni questo dolce è diventato una specialità tipicamente natalizia. Per questo motivo già agli inizi del ‘900, si è verificato un incremento della produzione di questa prelibatezza che ha dato origine a tante piccole aziende, specialmente nel beneventano.

Le varietà

Sul territorio beneventano si producono diversi tipi di torrone: bianco con mandorle, il cupedia bianco con nocciole, bianco morbido con mandorle, ma tra i più rinomati si afferma quello alla “Strega” che prende il suo nome dall’omonimo liquore e la versione elaborata da San Marco dei Cavoti chiamata anche “croccantino”. Il Croccantino è composto da zucchero, mandorle e nocciole tritate e ricoperto da cioccolato fondente.

1 dicembre 2015 |
© 2016 Turismo Campano: Consigli su dove mangiare, dove dormire e luoghi da visitare in Campania. @

Campania International Travel: ITA | ENG | ESP
WordPress Directory Theme

Classified Ads Software

Vai alla barra degli strumenti