Provincia di Caserta

La Provincia di Caserta si estende per circa 2639,38 Kmq del territorio campano, è situata nella parte nord-occidentale della Regione, e conta 104 Comuni.
Il territorio di Caserta è composto per la maggior parte da aree pianeggianti e da rilievi subappenninici di natura calcarea e di natura vulcanica.

Sigle: CE
Popolazione: 924.414 abitanti (01/01/2016 – ISTAT)
Densità: 348,66 ab./km²

 

 

 

La provincia di Caserta è nota in tutto il mondo per ospitare uno dei monumenti più noti d’Europa realizzato ad immagine somiglianza della Reggia di Versailles, è la Reggia di Caserta. Patrimonio Unesco e edificio di inconfutabile bellezza, la reggia è circondata da un vasto parco con fontane e giardini all’italiana e all’inglese. Sul territorio casertano non è l’unica reggia, la Reale tenuta di Carditello, infatti, ospitava una dinamica azienda agricola, ben progettata nelle infrastrutture edili e ben organizzata negli allevamenti di pregiate razze equine, nella produzione e commercializzazione dei prodotti agricoli e caseari. La Reggia di Carditello, situata a circa 4 km ad ovest dell’abitato di San Tammaro, a metà strada tra Napoli e Caserta è un complesso architettonico sobrio ed elegante di stile neoclassico, destinato da Carlo di Borbone a luogo per la caccia e l’allevamento di cavalli e poi trasformato per volontà di Ferdinando IV di Borbone  in una fattoria modello per la coltivazione del grano e l’allevamento di razze pregiate di cavalli e bovini. Degna di visita e di grande suggestione è il borgo di Caserta vecchia,  con il suo Duomo, il campanile, i resti del castello e delle strade che ricordano lo splendore di un tempo, da vivere in special modo durante le manifestazioni folkoristiche come “Il ritorno dei cavalieri nel Borgo” e “Settembre al Borgo”, che si svolgono annualmente nel periodo estivo.

Storica e antichissima la tradizione manifatturiera di stoffe di San Leucio. Acquistata da Carlo III di Borbone, per farne una riserva di caccia,
Successivamente, Ferdinando IV istituì una fabbrica per la manifattura della Seta nota in tutto il mondo  fino all’istituzione della Colonia di San Leucio e alla promulgazione di uno speciale Codice di Leggi.

Tra i primati di questo territorio non possiamo dimenticare l’Acquedotto Carolingio costruito per portare l’acqua dalle sorgenti del Fizzo alle vie d’acqua del Palazzo Reale di Caserta. Si trattò di un opera di straordinaria fattura. I calcoli di Vanvitelli e dei suoi collaboratori e l’abilità delle maestranze avevano consentito di superare tutte le difficoltà, particolarmente quella di riuscire a dare al condotto una pendenza media di solo mezzo millimetro per metro di percorso. L’opera ancora oggi è un capolavoro dell’igenieria meta di molti turisti anche per la sua maestosità.

Il

 

 

 

 

DORMIRE A CASERTA
Agriturismi | Affittacamere | Alberghi & Hotel | Bed and Breakfast | Camping | Case vacanze | Country house | Dimore Storiche | Residence | Villaggi | Ville

MANGIARE A CASERTA
Home Restaurant | Osterie | Pasticcerie | Pizzerie | Ristoranti | Trattorie

BALLARE e BERE A CASERTA
Bar & caffè | Cocktail Bar | Discoteche | Enoteche | Locali motturni | Pub | Wine Bar

TUTTI I COMUNI DELLA PROVINCIA DI CASERTA (in ordine alfabetico):

Ailano
Alife
Alvignano
Arienzo
Aversa
Baia e Latina
Bellona
Caianello
Caiazzo
Calvi Risorta
Camigliano
Cancello ed Arnone
Capodrise
Capriati a Volturno
Capua
Carinaro
Carinola
Casagiove
Casal di Principe
Casaluce
Casapesenna
Casapulla
CASERTA
Castel Campagnano
Castel di Sasso
Castel Morrone
Castel Volturno
Castello del Matese
Cellole
Cervino
Cesa
Ciorlano
Conca della Campania
Curti
Dragoni
Falciano del Massico
Fontegreca
Formicola
Francolise
Frignano
Gallo Matese
Galluccio
Giano Vetusto
Gioia Sannitica
Grazzanise
Gricignano di Aversa
Letino
Liberi
Lusciano
Macerata Campania
Maddaloni
Marcianise
Marzano Appio
Mignano Monte Lungo
Mondragone
Orta di Atella
Parete
Pastorano
Piana di Monte Verna
Piedimonte Matese
Pietramelara
Pietravairano
Pignataro Maggiore
Pontelatone
Portico di Caserta
Prata Sannita
Pratella
Presenzano
Raviscanina
Recale
Riardo
Rocca d’Evandro
Roccamonfina
Roccaromana
Rocchetta e Croce
Ruviano
San Cipriano d’Aversa
San Felice a Cancello
San Gregorio Matese
San Marcellino
San Marco Evangelista
San Nicola la Strada
San Pietro Infine
San Potito Sannitico
San Prisco
San Tammaro
Sant’Angelo d’Alife
Sant’Arpino
Santa Maria a Vico
Santa Maria Capua Vetere
Santa Maria la Fossa
Sessa Aurunca
Sparanise
Succivo
Teano
Teverola
Tora e Piccilli
Trentola-Ducenta
Vairano Patenora
Valle Agricola
Valle di Maddaloni
Villa di Briano
Villa Literno
Vitulazio

0
0
© 2017 Turismo Campano: Consigli su dove mangiare, dove dormire e luoghi da visitare in Campania. @

Campania International Travel: ITA
WordPress Directory Theme

Classified Ads Software

Vai alla barra degli strumenti