Logo-Parco-Regionale-Monti-Picentini.jpg

Parco Regionale dei Monti Picentini


0 recensioni

Aggiungi ai preferiti Contatta Proprietario

Contatta Proprietario


IL PARCO
Il Parco Regionale dei Monti Picentini, con 63.000 ettari di superficie, è il più esteso della Campania.

Il Parco Regionale dei Monti Picentini nasce con l’obiettivo di “garantire e promuovere armonicamente la conservazione e la valorizzazione del patrimonio naturale” e di innescare attraverso “uno speciale regime di tutela e di gestione” virtuosi processi economici, sociali e culturali per lo sviluppo del suo territorio, salvaguardando l’ambiente per le future generazioni.

Il Parco dei Monti Picentini, con una superficie di oltre 63.000 ettari, è il più esteso tra i Parchi della Campania. Nel comprensorio del parco sono state istituite oasi la cui gestione è affidata al W.W.F e a Legambiente:

Oasi di Fisciano (ca. 70 Ha)
Oasi Naturale di Monte Polveracchio (200 Ha nel comune di Campagna)
Oasi Valle della Caccia (400 Ha nel comune di Senerchia)
Oasi del Monte Acellica (600 Ha nel Comune di Giffoni Valle Piana)
Oasi di Persano (300 Ha nei comuni di Serre e Campagna)

Mille sono le opportunità di conoscere, di scoprire, di vivere l’immenso patrimonio naturale del Parco dei Monti Picentini, in un paesaggio mutevole e magnifico. Chilometri di sentieri, strade suggestive percorrono le terre dei Picentini dalla vetta del Cervialto fino alla pianura della valle di Montoro, dal monte Accellica fino ad Eboli e Campagna. La natura calcarea e le piogge frequenti hanno dato luogo ad un esteso carsismo, con numerosi inghiottitoi collegati a cavità sotterranee. Notevole è l’elenco floristico che ammonta a 1260 specie, di cui circa il 7,3% endemiche e subendemiche. Tra cui le rarissime Aquilegia champagnatii e Oxytropis caputoi, nonché l’acero, la betulla pendula, il pino nero, numerose specie di orchidee e moltissime altre ancora che rendono il Parco un vero paradiso botanico. La fauna dei monti Picentini è, ancora oggi, assai varia e di notevole interesse. Tra i mammiferi vanno segnalati vari generi di chirotteri e roditori, la lepre e il cinghiale, meno frequenti il lupo ed il gatto selvatico. Rari i carnivori; comune la volpe. È possibile avvistare l’aquila reale, il falco pellegrino, il picchio nero, il gufo reale.

Come arrivare
In auto
Si raggiunge dall’autostrada Salerno – Reggio Calabria proseguendo sulla SS 7.
Autostrada Roma – Caserta (A30) o Autostrada Napoli – Salerno (A3),
Autostrada Salerno – Reggio Calabria, uscita Pontecagnano, SP da Fuorni per Giffoni Valle Piana.

0
0

CONDIVIDI


Contatta Proprietario

Contatta Proprietario

Aggiungi una recensione

Devi accedere o registrarti per aggiungere una recensione.

© 2016 Turismo Campano: Consigli su dove mangiare, dove dormire e luoghi da visitare in Campania. @

Campania International Travel: ITA | ENG | ESP
WordPress Directory Theme

Classified Ads Software

Vai alla barra degli strumenti